Ad Ankara è stata inaugurata la nuova “biblioteca degli spazzini” creata grazie allo sforzo dei netturbini, che per mesi hanno raccolto e conservato quei libri che altri buttavano. Per loro ognuno è stato un ritrovamento prezioso, che hanno deciso di condividere con la loro comunità: il risultato è una biblioteca frequentatissima, un nuovo luogo di incontro e più di seimila volumi a disposizione di tutti.

Leggi l’articolo su ArtSpecialDay

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •